• Piede di statua in bronzo da Cividate Camuno
  • Placchetta votiva in lamina di bronzo dal santuario di Breno-Spinera. Particolare con barca solare e uccelli acquatici
  • Intonaco dipinto con erma di satiro da Cividate Camuno, via Palazzo
  • Statua di Minerva. Particolare con Gorgone
  • Testine ritratto in marmo dal santuario di Breno-Spinera
  • Fibula in argento dalla necropoli di Borno

In Evidenza

Il Museo Archeologico Nazionale della Valle Camonica è un Istituto di proprietà statale destinato alla pubblica fruizione: collocato dal 1981 all’interno di uno stabile moderno donato allo Stato dal Consorzio Bacino Imbrifero Montano, è stato creato con l’obiettivo di raccogliere, conservare e valorizzare il patrimonio archeologico mobile di età romana proveniente da Cividate Camuno e dall'intero territorio della Valle.

Il museo si pone inoltre come elemento di collegamento con i siti archeologici di età romana presenti nei dintorni (il Parco Archeologico del Teatro e dell'Anfiteatro e l'area archeologica del Foro in via Palazzo a Cividate Camuno; il Parco Archeologico del Santuario di Minerva in località Spinera di Breno) e più in generale come raccordo con il territorio, alla cui promozione culturale contribuisce con le sue iniziative.

Dipende dalla Soprintendenza per i Beni Archeologici della Lombardia, organo periferico del Ministero dei Beni, delle Attività Culturali e del Turismo. Il Soprintendente responsabile è il dott. Filippo Maria Gambari; il Direttore del museo è la dott.ssa Serena Solano.

Alla stessa Soprintendenza fa capo la gestione economica e quella del personale in servizio presso la zona.

La realizzazione del nuovo sito internet pertinente al Museo Archeologico Nazionale è inserita nell'ambito di "MuseiD-Italia" con lo scopo di raccogliere in un unico importante progetto di valore strategico attività e realizzazioni già esistenti nel campo del sistema museale e valorizzare i risultati ponendoli in un contesto di più ampia costituzione di un “Sistema museale nazionale”. Il progetto prevede la digitalizzazione del patrimonio, la comunicazione sul web, l’e-commerce, la realizzazione di “Musei impossibili”, attraverso la ricomposizione, all’interno dello stesso ambiente virtuale, di opere (di uno stesso autore, di una corrente artistica, di una  determinata tipologia) situate realmente in diverse istituzioni e in differenti paesi. 

Planimetria museo

La mappa delle sale del Museo

Orari di apertura.

Leggi
Il museo nel territorio

Il Museo nel territorio

Come raggiungere l'Istituzione.

Leggi

Progetto "MuseiD-Italia"

Il Ministero per i Beni e le Attività Culturali ha dato avvio al progetto "MuseiD-Italia", finanziato nell’ambito del Piano e-gov 2012 del Dipartimento per l’Innovazione e le Tecnologie del Ministero per la pubblica amministrazione e innovazione, integrato con il Portale della Cultura italiana.

Leggi